Valtexas – Bad Boys: 61 – 46

Partita che non può certo riassumersi nel punteggio finale, sicuramente falso per i Bads.

Valtexas ha meritato la vittoria grazie a delle percentuali al tiro non comuni, soprattutto nel primo tempo in cui Castelli e Beppe Sinatra sembravano vedere una vasca da bagno al posto del canestro, punendo ogni disattenzione con precisione chirurgica. Non parliamo poi di Blasizza nel secondo tempo, il Puma sà sempre come far male.

Il match inizia con un Colosio ringiovanito di 10 anni…tripla e layout a segno nelle prime due azioni offensive. Capitano sugli scudi a dare l’esempio ai suoi che difatti dimostrano di aver recepito il messaggio e disputano tutti, titolari e rincalzi, un primo tempo di grande intensità e concentrazione in cui le poche sbavature bads sono sempre state punite dagli avversari. Il primo tempo difatti si chiude sul 35 a 30 per i padroni di casa.

Il ritorno in campo delle formazioni vede però un black out offensivo dei nostri giocatori che difatti chiuderanno il quarto con soli 4 punti a referto contro la quindicina segnata dai nostri avversari. Ed è qui che gli animi iniziano a scaldarsi.
La partita infatti ha sempre visto grande intensità da ambo le parti, con contatti al limite del lecito ma comunque accettati visto l’impegno delle parti. La stanchezza prende però il sopravvento nel quarto finale in cui iniziano a volare troppe parole non certo adeguate al contesto ed a queste anche dei contatti volutamente provocatori. La maggior esperienza dei giocatori di Valtesse si fà quindi sentire ed i tentativi di ricucire lo strappo maturato nel terzo periodo non portano a buoni risultati.

La partita si conclude con un passivo eccessivo visto quanto dimostrato in campo nonchè con l’espulsione di Sala e Lecchi per i Bads e di Castelli per Valtexas a seguito di un blocco sicuramente deciso ma anche non “chiamato” al play di Valtesse ed alla reazione e seguente tensione scatenatesi in campo.

Il finale si chiude nel segno della gestione del vantaggio acquisito.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...