18a Giornata: Rivolta d’Adda – Bad Boys 55 – 53

Colo Onga Tia Boldi Berga

Partenza soft come punteggio ma molto decisa come atteggiamento. Si lotta su tutti i palloni e già nel primo quarto riusciamo a farci fischiare il nostre tecnico di ordinanza. Nonostante tutto siamo avanti 8 a 2 al nono minuto (primo canestro dei padroni di casa dopo 8 minuti di gioco). Miniparziale casalingo nell’ultimo minuto ed il quarto si chiude sul 9-7 per i Bad.

Inizio secondo quarto da dimenticare. Fra palle perse ed un antisportivo per noi ed un tecnico per gli ospiti il punteggio rimane inchiodato sino alla tripla di Zibe che ci regale un momentaneo vantaggio. Momentaneo perchè Rivolta riesce a raggiungerci e anche superarci sino al 21 a 15 a metà quarto e poi 25-17 e 28-19 di fine primo tempo.

Secondo tempo con Capitan Colo che tenta di dare la sveglia alla squadra e recuperiamo un pò del distacco. Sveglia sentita e tutta la squadra sembra aver cambiato marcia difendendo con le giuste posiziono e facendola girare “pensando al canestro” in attacco. Ecco che torna il marchio di fabbrica Elia e torniamo sotto di 2. L’attacco comincia dalla difesa e così ritorniamo in vantaggio di un punto.

Siamo all’ultimo quarto con squadre visibilmente stanche. Pochi punti da entrambe le parti sino ad un gran rimbalzo offensivo con canestro e fallo di Rag (non convertito). Tripla di Bold per il pareggio a 3 dalla fine. Pareggio Rivolta e contropiede Colo Rag per un vantaggio non ripreso dai successivi liberi di Rivolta. Ancora Colo vede Fulvio smarcato e con un no look serve l’assist per il più 3 a 1’23” dalla sirena. Canestro Rivolta e a seguire altri liberi guadagnati dal Capitano per il nuovo +3. Tripla a 6 secondi dalla fine per il pareggio. Pessima gestione della rimessa e azione spettacolare con buzzer beater del 14 di Rivolta per la vittoria allo scadere.

Avessimo giocato il primo tempo…

Ora e sempre

Forza Bad Boys

Annunci

17a Giornata: Bad Boys – Azzano 52 – 45

Colo Onga Bold Zazzi Berga

Rientro in campionato decisamente convinto per Boldi che attacca il canestro per tre azioni consecutive. Le abbondanti libagioni dei giorni passati ne smorzano però la mano e portiamo a casa 3 soli punti. Che rimangono anche gli unici per i 4 minuti successivi. Fortuna che Azzano ci grazianei passaggi ed al tiro. Smuove la retina Onga con un libero guadagnato all’ennesima penetrazione. Azzano trova ritmo negli ultimi minuti e guadagna il primo vantaggio sul 12 a 4. Soli 4 punti segnati nel primo quarto. Credo sia un record…

 Si iscrive a referto Doni in fade away dal post basso e ribadisce poco dopo Boldi per il suo quinto punto della partita (ottavo di squadra). Grosso break di azzano che con 5 punti consecutivi si porta ad 11 punti di vantaggio, ritornato poi 8 con un gioco da tre punti di Boldi. E così restiam per i successivi minuti…entrambe le squadre sembrano a corto di ossigeno. Gli unici che riprendono a segnare sono gli ospiti. San Onga ci crede e realizza due punti riportandoci e meno 10. 9 punti nel secondo quarto…sempre troppo pochi.

Coast to coast di Boldi ad inaugurare il secondo tempo ma purtroppo, stavolta inspiegabilmente, Muso riceve secondo tecnico ed è costretto a lasciare il campo. La partita sembra sfuggire di mano ma lentamente riusciamo a recuperare qualche punto sino al pareggio allo scadere del quarto, rintuzzato da una tripla allo scadere di azzano. Abbiamo comunque segnato un parziale di 14 punti, impensabile per i primi minuti di questo tempo.

Ultimo quarto iniziato sull’acceleratore per il duo Zibetti – Doni con un’azione in velocità rara per Enricone. Zibet letteralmente bollente entra nella difesa di Azzano come se fosse burro e con una tripla da cinema ci porta in vantaggio. Boldi e Onga si uniscono al party con canestri fondamentali che ci portano sopra il possesso di vantaggio. Grande difesa di Zeus su Banfi e recupero di Boldi e Zibe ci consentono di prendere fiato e San Onga San Onga San Onga recupera un pallone fondamentale che porta ad altri due liberi di Zibe per il più 7 a 40 secondi dalla fine. Teniamo il vantaggio.

Partita di merda convertita solo grazie alla VOGLIA

Ora e sempre

Forza Bad Boys

Statistiche partita

16a Giornata: Bad Boys – Verdello 43-50

​Colo Onga Mattia Zazzi Berga
Bad alla ricerca di un riscatto casalingo contro Verdello dopo due sconfitte brucianti. Inizio partita aggressivo ma con idee confuse. Tante penetrazioni e tanti scarichi ma nessuna realizzazione tranne un canestro di Berga dal post basso. In difesa soffriamo la fisicità avversaria ma per fortuna anche Verdello commette tanti errori e dopo otto minuti il punteggio è 10 a 6 per gli avversari che diventa 12 a 9 allo scadere del quarto.

Secondo quarto che inizia meno aggressivo e più ragionato, ma senza una presenza a rimbalzo concedendo troppe seconde occasioni agli ospiti, che ci graziano in più di una occasione. Verdello cambia difesa schierandosi a zona 2 3 al quarto minuto mandando in confusione la nostra circolazione di palla. Punteggio inchiodato sul 15 a 11 per 4 minuti per schizzare poi al 21 a 15 allo scadere con Cava che arpiona un rimbalzo offensivo e realizza il piazzato.

Secondo tempo in continuità con Verdello sempre un filo più avanti di noi. Una tripla di Doni ci tiene agganciati a 5 punti di distacco. Aggancio che dura poco, Verdello riesce a staccarci di 11 punti e mantiene il vantaggio sino alla fine del tempo 37 – 26.

Grande Zazzi ad inizio quarta frazione con canestro e fallo (non realizzato) ma che dimostra la convinzione necessaria per riprendere la partita. Anche Zibe guadagna il terzo fallo avversario forzando una penetrazione. Conta anche questo per ottenere quanto prima il bonus. Quarto fallo su Mattia e bonus pttenuto dopo soli due minuti. Ora tocca a noi continuare e portare a casa i liberi. Fulvio col tap in rovesciato e successivo sfondamento subito ci riporta a meno 7. Ma è una fiammata e le palle perse successive riportano Verdello a 11 lunghezze che diventano 13 a metà quarto. Ci prova Doni con una tripla seguita da una identica 10 secondi dopo. E meno 7 sia. Pressing a tutto campo e si tenta di recuperare gli ultimi punti di scarto. Ultimo minuto sul meno 5 con 1/2 di Onga dalla lunetta. Peccato non converta altri due liberi successivi. Sul +7 termina il tempo a disposizione.

Vincere con Verdello era difficile, avremmo potuto fare di più e sfruttare le occasioni mancate. 

Statistiche partita